CONSIGLI PRATICI PER LA SCELTA DEI COLORI DELLE PARETI DI CASA

La scelta del colore delle pareti di casa è una faccenda piuttosto importante, perché determinerà la base per la scelta dei colori di molti altri elementi d'arredo, l'accostamento dei vari colori e materiali creerà l'impatto che avrà la nostra casa, indipendentemente dallo stile.

In questa piccola guida, voglio dare alcuni consigli pratici, dettati dalla mia pluriennale esperienza e dal buon senso.


Per questi motivi, secondo me, è essenziale che la scelta dei colori vada fatta in tutta calma e, prendendosi dei giusti tempi, informandosi. Questa guida potrà rivelarsi di grande aiuto, nel momento in cui dovrai scegliere. Io non sono qui per consigliarti quale sarà il colore giusto, ma voglio aiutarti a capire come trovarlo, come comprendere i vari materiali, per poi poterli scegliere senza troppe esitazioni. Anche se ci affidiamo a professionisti del settore, che consiglio caldamente, la scelta finale, alla fine, è del committente. Fino a quando, perciò, egli non sarà convinto della scelta, il lavoro difficilmente potrà iniziare o avere un esito finale di successo.


La scelta del colore prevede sostanzialmente due differenti fasi. In un primo momento la scelta verrà fatta a tavolino, con il proprio progettista, o/e con chi dovrà eseguire il lavoro. La seconda fase, quella della prova campioni e dell'esecuzione del lavoro vero e proprio, verrà fatta in loco.


Un primo aspetto, che spesso si sottovaluta, è quello di considerare ciò che già si ha: se abbiamo dei mobili da traslocare, se la nostra casa presenta dei degli elementi decorativi già colorati, le pavimentazioni, per esempio, questi vincoleranno la nostra scelta, perchè la tonalità o il colore di questi elementi, una volta accostati al colore che abbiamo in mente, potrebbero rivelarsi sbagliati, creando disarmonia.

In questo caso, per esempio, la casa presentava un meraviglioso soffitto antico a volte, in mattoni. Abbiamo optato perciò per restaurarlo, mettendo in evidenza tutte le sfumature del cotto e successivamente la scelta del colore delle pareti è stata una scelta piuttosto naturale, perchè si voleva creare una certa continuità col soffitto, mettendolo in evidenza, dandogli valore, quindi si è pensato fin da subito al rosso, anche se sapevamo che si sarebbe trattato di un colore difficile.

Spesso ci si fissa sulle mode del momento, pensando che riviste e social media, abbiano tutte le risposte più adeguate, in realtà dobbiamo sempre considerare che un colore che sceglieremo a novembre lo dovremo anche guardare a giugno e viceversa, che sostituirlo con un altro non è poi così semplice come sembra, una volta inseriti tutti gli arredi non potremo cambiarlo ogni anno e quindi scegliere quello che andrà di moda quest'anno, almeno che non sia proprio quello che stavamo cercando, non è detto che sia la scelta giusta, nemmeno da un punto di vista sostenibile.

Altro aspetto fondamentale da considerare è l'ubicazione della nostra casa e questa potrebbe davvero aiutarci nella scelta del colore, quando, al contrario di prima, non abbiamo elementi particolari che possano indirizzarci per una scelta piuttosto che un'altra.

Osservare bene il paesaggio intorno, se per esempio è immersa in un giardino o in mezzo a grattacieli, potrebbe essere quella differenza che ci farà scegliere tra una palette di verdi e una serie di grigi o tortora. Far entrare un pochino del panorama circostante, anche inserendo semplicemente una nota cromatica, è sempre buona cosa, la casa ci sembrerà più inserita nel suo contesto, e aprendo le finestre, avremo la sensazione di essere già là fuori.

Quando si entra in casa si desidera essere accolti dal senso di calore, i colori sono lo specchio dei nostri sentimenti, delle nostre sensazioni e dei nostri gusti. Ma lo sono anche per chi vive con noi, quindi è buona cosa che tutti i componenti della famiglia siano in accordo sulla scelta del colore.


Una volta stabilite queste prime considerazioni, ora potrete decidere e passare alla scelta, concretamente.

Per scegliere il colore è bene che il progettista e il decoratore, vi mostrino una serie di cartelle colore, con le quali potrete ragionare e fare la vostra prima scelta.

In questa prima riunione, che generalmente viene effettuata nel loro studio o atelier, vi verranno mostrati una serie di cartelle colori, materiali dei vari mobili, che state scegliendo o avete già scelto, colori di infissi, sanitari, e magari qualche tessuto. Tutti questi elementi andranno a creare la palette colori della vostra futura casa.

Una serie di piccole superfici colorate che accostate tra loro generano un'armonia cromatica unica, sarà unica e vostra. Il colore delle pareti deve ben inserirsi in questa serie di elementi. Se tutto sarà di vostro gradimento, significa che il più del lavoro è fatto.

Di seguito vi lascio dei link ai quali potrete accedere e farvi già un'idea dei colori più usati.

La cartella colore delle tinte RAL, sono ideali per scegliere lo stesso colore che verrà poi usato per vari materiali, come per esempio mobili laccati e pareti dello stesso colore. Queste tinte sono valide in tutta Europa, quindi basterà dare il codice colore al vostro decoratore in qualsiasi paese della comunità ed egli, in qualsiasi colorificio e con qualsiasi tipologia di vernice, potrà riprodurre uno dei colori inseriti in questa cartella.

https://it.wikipedia.org/wiki/RAL_(scala_di_colori)

Un'altra cartella colore molto completa e molto usata dai decoratori è la cartella dei colori Sikkens. essa fa riferimento esclusivamente a i prodotti Sikkens, ma i codici colore, spesso, anche se si riferiscono a marche diverse di prodotti, si rivelano molto simili, per questo la maggior parte dei professionisti la usa.

https://www.sikkens.it/it/collezioni

comprende una selezione molto ampia di colori, è davvero difficile non riuscire a trovarne almeno uno all'interno, che sarà in grado di soddisfare le vostre aspettative.


Infine, non da ultima analisi. Io consiglio sempre di farsi fare un colore speciale, un colore che sia davvero il nostro e che poi, in futuro potrà essere riproducibile. Ogni colore ha un codice, i tintometri di oggi saranno in grado di riprodurlo identico, una volta trovato. Potrete dare il nome che vorrete al vostro colore e conservare il codice per sempre.

di seguito v lascio una'altra lista di colori che ho trovato on line, e che se stampate potrà aiutarvi in una prima scelta.

https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_dei_colori

E' una lista molto generica, ma anch'essa potrà sicuramente aiutarvi a fare una prima scelta.


Ricapitolando:

Cominciate a scegliere i colori partendo da ciò che avete a disposizione, scartando quelli che sicuramente vedete che non potranno ben accostarsi cromaticamente con gli arredi che avrete scelto o che dovrete traslocare nella nuova casa.

Considerate di cominciare anche a scartare i colori che non piacciono a voi come a chi vivrà con voi in quella casa.

Osservate bene il contesto della casa, la sua ubicazione e i colori circostanti ad essa.


Una volta che avrete scelto i colori e li avrete concordati con il progettista e chi dovrà eseguire i lavori, usando le cartelle colori e altri elementi che vi ho suggerito, ricordate di farvi fare dei campioni di quegli specifici colori su tavolette di legno o carta, così potrete cominciare a visionarle prima della stesura del il colore prescelto.


I campioni non devono essere molti, altrimenti la scelta finale risulterà ancora molto complessa.

Una volta che avrete tra le mani campioni di colori e preventivo dei costi del lavoro, potrete valutare direttamente in loco le varie alternative, posizionando i vostri campioni direttamente nella stanza dove verranno dipinti.

Ricordatevi di posizionare i campioni in un punto dove la luce non sia troppa o troppo poca.

Ricordatevi che il vostro colore dovrà piacervi, quando ci saranno le luci artificiali accese, quando sarà inverno e la giornata sarà uggiosa, e in estate, quando ci sarà molto caldo e magari avrete l'aria condizionata accesa.

Lo so, potrebbero sembrare molte le considerazioni che vi sto chiedendo di fare, ma vi posso garantire che vi aiuteranno a scegliere, perchè scegliere significa scartare quello che non va bene!


Ed ecco la fase due della nostra scelta:

adesso, in loco, insieme a progettista e decoratore, dovremo scegliere definitivamente il colore.



Se precedentemente avrete seguito i miei consigli e avrete già scelto il colore giusto, si tratterà quindi di decidere quale sarà la nuances giusta, la giusta sfumatura, il giusto punto in cui il colore è saturo, nel modo più idoneo, in quello specifico spazio.

Ho scelto molte volte i colori per le case. La grande difficoltà che ho letto negli occhi dei clienti, è quella di essere sicuri di scegliere la giusta tonalità, senza rischiare di sbagliare, creando perciò ambienti troppo cupi, o troppo chiari, dove il colore alla fine risultasse sbiadito.



Per questo motivo, è sempre meglio fare una serie piuttosto cospicua di campioni, sul posto.

non abbiate paura di chiedere un numero superiore a cinque di campioni, trovare il colore giusto è davvero una questione di sfumature impercettibili. In moltissime case mi è capitato di vedere colori che io avrei usato in maniera più decisa, o più parsimoniosa.

Il colore delle pareti deve fare la differenza, ma ricordatevi sempre, ma non dovrà mai essere il protagonista indiscusso dell'ambiente, almeno che non si tratti di un ingresso o di una stanza di passaggio, dove gli arredi sono quasi assenti. Il colore delle pareti deve fare da sfondo, non deve venirvi incontro e schiacciarvi o accecarvi mentre entrate in casa. il colore delle pareti giusto è quello che lega tutti gli elementi all'interno di un locale, come se fosse un invisibile filo.

Appoggiate, perciò, accanto al vostro campione che vi sarete fatti fare sul muro, anche i campioni dei materiali, dei legni, dei tessuti scelti, e valutateli con la luce del giorno.


Per scegliere definitivamente un colore è bene che ci sia luce naturale, che il campione venga eseguito su una porzione di parete non esposta direttamente ai raggi del sole, ma nemmeno troppo in ombra.

I campioni di colore dovranno essere non troppo grandi, ma non pensiate di poter decidere un colore da un pezzettino di plastica di pochi centimetri quadrati.

Per valutare che il colore sia corretto aspettate sempre che il colore sia completamente asciutto e se capite che la scelta, in questa fase, vi risulta molto complessa, lasciatevi consigliare da chi lo fa di mestiere.

Sarà la sua esperienza e la sua abitudine alla ricerca della giusta tonalità che vi aiuteranno davvero.

La quantità di luce che ogni stanza è in grado di accogliere sarà l'ultimo vero fattore che farà decidere il grado di intensità del colore scelto.


Spero di essere stata d'aiuto, nel prossimo articolo vi parlerò dei materiali. Anche la scelta dei materiali è determinante, quando dobbiamo scegliere il colore delle pareti. Esistono moltissimi tipi di finiture diverse, ed ognuna dà effetti e i colori appaiono diversi, a seconda del tipo di materiale che scegliamo di usare.


Se avete bisogno di un consiglio per la scelta dei colori, non esitate a contattarmi via e mail, o richiedere una consulenza personalizzata, sarò ben lieta di potervi aiutare.